noun_21015_cc

UN CAFFÈ CON L’ESPERTO

Salotto di curiosità, consigli e ricette sulla buona alimentazione

… e un dolcetto te lo offre Farine Varvello!

 

Conferenza e Show Cooking

 IL METODO KOUSMINE: ISTRUZIONI PER UNA VITA PIU’ SANA

RISCOPRIRE IL VALORE DEI CEREALI INTEGRALI E

DEI SEMI ANTICHI IN CHIAVE MOLECOLARE.

DALL’ANTIPASTO AL DOLCE CON I CEREALI

 

Relatori: Dr.ssa Debora Cantarutti, Dott.sa Clara Maria Granatieri, Chef Laura Farassino

 

Data: Domenica 5 luglio 2015

Orario: dalle ore 11.00

Location: Cluster Cereali e Tuberi EXPO 2015 – Farine Varvello

 

IL METODO KOUSMINE: Istruzioni per una vita più sana

Il metodo Kousmine, utilizzato da decenni dai medici per curare patologie degenerative ed autoimmuni e per favorire il ben-essere, è continuamente avallato da conferme scientifiche.

Il metodo Kousmine evidenzia la validità e l’attualità dei suoi pilastri e l’importanza fondamentale per la nostra salute. Il ruolo dell’alimentazione per il ben-essere è ormai noto, anche se purtroppo poco applicato.

Non è altrettanto risaputo che la qualità e la quantità dei cibi si ripercuotono su qualità e quantità della vita, e quindi non solo sulla salute, ma anche sulla durata della vita.

E’ fondamentale rendersi conto che le nostre scelte a tavola hanno conseguenze che vanno ben oltre il chiletto in più o in meno.

Dott.ssa Clara Maria Granatieri

 

Riscoprire il valore dei cereali integrali e dei semi antichi in chiave molecolare.

In passato la coltivazione del frumento è stata incentrata sul miglioramento della produzione, della resistenza a malattie e patogeni e delle metodologie tecnologiche per la trasformazione in farine. Scarsa attenzione è stata posta alle proprietà nutritive e ancor meno alle proprietà nutraceutiche. Il 90% del grano coltivato oggi in Italia è il grano Creso, frutto di modificazione genetica ottenuta negli anni ’70 per irraggiamento del frumento duro. La finalità era quella di ottenere una pianta più bassa, più resistente all’azione di pioggia e vento e pertanto meno soggetta all’allettamento. Si ottenne così un grano con fusto più basso, maggiore resa e maggiore contenuto di glutine. Grazie al crescente interesse della ricerca verso gli effetti benefici degli alimenti si è iniziato a studiare il ruolo dei fitochimici e delle sostanze nutraceutiche introdottequotidianamente con l’alimentazione. Le varietà antiche sono grani non modificati mediante irraggiamento, selezionati dall’uomo nel corso dei secoli, dotati di variabilità genetica (nel caso del frumento tenero, la ricerca di elevate produzioni ha favorito un processo di erosione genetica con perdita di geni utili e di geni dalle potenzialità inespresse), e di potenziali proprietà nutraceutiche pertanto naturalmente dotati di proprietà funzionali e salutistiche. I grani antichi mantengono un rapporto più equilibrato tra presenza di amido e presenza di glutine. Hanno sfumature di odori e sapori unici ed essendo il più delle volte frutto di piccole produzioni agricole, sono di qualità migliore e più pregiati. Acquistare grani antichi è un ottimo metodo per scegliere la filiera corta ed evitare di prendere prodotti di dubbia provenienza. I grani antichi presentano un profilo nutrizionale di indubbio valore, basti ricordare che la luteina e il betacarotene sono più abbondanti nella cariosside integrale e che i carotenoidi presenti siano in grado di agire come potenti antiossidanti e modulatori genici nell’organismo umano (azione nutrigenomica). In particolare, studi epidemiologici hanno correlato l’elevato apporto di carotenoidi alimentari con una minore incidenza della degenerazione maculare in età avanzata. Inoltre anche sei cereali presentano in genere un ridotto contenuto dilipidi, i cereali antichi rappresentano una buona fonte di vitamina E, che include sostanze lipidiche come tocoferoli e tocotrienoli caratterizzati secondo quanto definito dalla ricerca da una maggiore assorbimento e maggiore biodisponibilità.

Dr.ssa Debora Cantarutti

 

 

Show Cooking con i Cereali

Dall’antipasto al dolce con i cereali: qualche proposta per stupire con semplicità

Chef  Laura Farassino

 

Dr.ssa Debora Cantarutti – Divulgatrice scientifica, Consulente specialist in Nutraceutica e Nutrigenomica; Ricercatrice indipendente Superfoods. Master in Nutrizione Metodo Molecolare. Ideatrice e responsabile del progetto Scienza&Gusto e del blog IoPensoRosa

Dott.ssa Clara Maria Granatieri – Medico chirurgo, Specialista in Medicina Interna, Esperta in Omotossicologia, Vice-presidente Associazione Medica Italiana Kousmine (www.amik.it).

Chef Laura Farassino – Diploma di qualifica professionale addetto ai servizi di cucina presso E. Maggia di Stresa nel 1994 e successivamente Diploma di maturità professionale alberghiero nel 1994, intraprende la carriera di formatore presso IPSAR “De filippi” di Arona da cui si trasferisce per diventare docente di ruolo tecnico pratico di cucina presso ips “G. Ravizza”, di Novara dal 2002 fino ai giorni odierni.

 

Partecipazione gratuita. È CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE.

Per informazioni e prenotazioni

RDF communication: Tel 02 66115408 – Cell 3357970280 

info@saporedelsapere.it; www.saporedelsapere.itwww.erredieffe.com

 

 

  VARVELLO -SAPSAP_VIDEO