“Il costo del sovrappeso: relazioni pericolose tra economia e salute”

 

Relatori: Dott.ssa Attilia Giuliani, Dott. Attilio Speciani, Dott.ssa Leila de Lucchi, Dott. Luca Speciani, Dott.ssa Antonella Carini

 

Data: venerdì 10 febbraio 2006

Orario: dalle ore 14.30 alle ore 19.00 – Registrazione Pubblico ore 14.00

Location: Palazzo Turati, Sala Conferenze, via Meravigli 9/b, Milano

 

Questi e molti altri argomenti verranno affrontati dagli illustri relatori che parteciperanno al Convegno:

Dott.ssa Attilia Giuliani – Aspetti biochimici e metabolici dell’ingrassamento: la bilancia energetica

La bilancia energetica (energy balance) è un delicato meccanismo, costituito da una rete di segnali per lo più umorali, che provvede a bilanciare l’introduzione di calorie alimentari con il fabbisogno energetico. La pressione evolutiva ha fatto sì che questo sistema fosse molto più sensibile ai segnali di carenza energetica, tradotti in senso di fame e quindi di ricerca di cibo, piuttosto che ai segnali di abbondanza delle scorte energetiche, soprattutto lipidiche, immagazzinate nelle fasi di alimentazione.

Dott. Attilio Speciani – Intolleranze alimentari e allergie ritardate, causa nascosta dell’aumento di peso

Esistono allergie immediate (le classiche note a tutti da anni) e allergie ritardate, legate allo stimolo ripetuto per 3-4 giorni consecutivi sulle cellule immunologiche intestinali. Le allergie ritardate sono il riconoscimento scientifico recente di quei fenomeni che tutti chiamano intolleranze alimentari.
Le intolleranze alimentari possono essere una importante causa nascosta di aumento del peso per due motivi : riduzione della sensibilità insulinica, e stimolo alla ricerca compulsiva di cibi.
Ne nasce ovviamente che la possibilità di controllare le intolleranze e guarirle, può aiutare il processo di recupero del proprio peso forma in modo semplice, ottenendo  vantaggi anche sul piano della salute in generale.

Dott.ssa Leila de Lucchi  Indice e carico glicemico: una nuova chiave nella scelta dei cibi per prevenire l’accumulo di grasso

Si è parlato per la prima volta di indice glicemico (IG) nel 1981 con Jenkins et al. sull’American Journal of Clinical Nutrition; da allora, con diverse revisioni, è stato riportato in molte pubblicazioni mediche o dietologiche.
Cos’è l’indice glicemico di cui tanto si parla? L’indice glicemico di un alimento è la capacità di una sostanza di innalzare la glicemia, ossia il livello di zuccheri nel sangue. Gli zuccheri maggiormente responsabili dell’aumento della glicemia sono rappresentati dai carboidrati, i principali costituenti degli alimenti più comuni (farinacei come pasta, riso, pane, cereali, frutta, verdura ecc).

Dott. Luca Speciani – Dieta GIFT: un percorso innovativo verso il benessere e la salute

Nel giugno del 2005 veniva dato alle stampe un volume, frutto della ricerca e del lavoro ambulatoriale di due studiosi italiani, intitolato “dieta GIFT”. Il volume riportava come sottotitolo: “dimagrire senza contare le calorie”. A differenza di molti altri lavori che trattavano lo spinoso argomento del sovrappeso, il libro riportava, insieme a 10 semplici regole per raggiungere il peso desiderato, una o più pagine di motivazioni scientifiche che giustificavano la scelta della regola indicata. Non c’è nulla di più irritante, infatti, che subire imposizioni generiche come: “sei spuntini al giorno!” oppure “sì le carote, no le zucchine!” riportate su riviste di ogni tipo, senza alcuna motivazione di tipo scientifico alle spalle.

Dott.ssa Antonella Carini – Gustose ricette per dimagrire in allegria

Una dieta scientificamente inoppugnabile, che si basi sulle più moderne concezioni in materia di qualità dei cibi, loro composizione ed abbinamento, è destinata a fallire miseramente se presenta quello che è uno scoglio insormontabile, cioè l’impossibilità di calarla nel mondo reale del quotidiano. Tra un astruso calcolo calorico e la necessità di una imponente dotazione di bilance e misurini vari, la povera aspirante Magra finisce invariabilmente con l’arrendersi sconsolata. Una dieta amica si riconosce nel momento dell’applicazione: seguendo alcune semplici regole nella scelta dei cibi durante la spesa e nel loro utilizzo per preparare il menù del giorno è possibile acquisire le basi di un mangiare vario, naturale, attento ai sapori ed al rispetto dei nutrienti, ma soprattutto che si possa attuare a casa propria, ma anche al ristorante o, per quanto possibile, in situazioni di scelta limitata.

 

È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE. Posti limitati

 

Per informazioni e prenotazioni

RDF communication: Tel 02 66115408 – Cell 3357970280 

info@saporedelsapere.itwww.saporedelsapere.itwww.erredieffe.com