Allergie e intolleranze alimentari

dall’infanzia alla terza età

 

 

Relatori: Dott. Lorenzo Paride Capello, Dott. Sergio Maria Francardo, Dott. Eugenio Luigi Iorio, Dott. Attilio Speciani, Dott.ssa Annamaria Barbato Ricci

 

Data: venerdì 19 novembre 2010

Orario: dalle ore 14.00 alle ore 18.30 – Registrazione Pubblico: 13.30

Location: Sala Conferenze – Centro Servizi Banca Popolare di Milano, Via Massaua 6, Milano

 

Questi e molti altri argomenti verranno affrontati dagli illustri relatori che parteciperanno al Convegno:

Dott. Lorenzo Paride Capello – Allergie e intolleranze: il punto di vista dell’olismologia

Qualunque cosa accade intorno a noi rappresenta di fatto – per il nostro sistema psico-fisico – uno scompiglio, una perturbazione: uno stress. In condizioni naturali lo stress è vitale per ogni organismo vivente, in quanto costituisce uno stimolo continuo all’adattamento e alla sopravvivenza. Tuttavia nella cultura contemporanea ha assunto una connotazione prevalentemente negativa, in quanto la quantità totale di stress ai quali siamo continuamente sottoposti è enorme. Possiamo dividere gli stress in: passivi, difficilmente controllabili, e attivi, sui quali possiamo invece esercitare un discreto controllo. E ancora in: fisici, chimici, biologici, jatrogeni, psichici, morali, percepibili o non percepibili, esterni o interni.

Dott. Sergio Maria Francardo – L’aumento vertiginoso delle allergie esprime un rapporto alterato con la natura

Il benessere economico ha un prezzo che paghiamo fisicamente: si pensi all’evidente parallelismo che esiste tra aumento generale dei consumi e aumento della carie dentaria. L’uomo odierno reagisce sempre più spesso con manifestazioni allergiche alla difficoltà di confrontarsi con le sempre più numerose sostanze di sintesi presenti nell’ambiente o introdotte con i cibi. Tutto ciò che penetra nell’organismo deve venire modificato radicalmente, in modo da non restare estraneo al nostro mondo interno, ma essere totalmente assimilato o, come diciamo noi antroposofi, “umanizzato individualmente”. Abbiamo nel metabolismo umano il mistero dell’annientamento e della creazione della sostanza entro l’uomo, di difficile comprensione per la visione materialistica contemporanea.

Dott. Eugenio Luigi Iorio – Dall’ipossia alla sofferenza cellulare…..quale prevenzione?

L‟ossigeno rappresenta l‟elemento vitale per eccellenza in quanto consente agli equivalenti riducenti estratti dai nutrienti di generare, attraverso l‟attività mitocondriale, l‟energia necessaria per tutti i processi biologici, dall‟eccitabilità alla motilità, dalla secrezione all‟escrezione, dal trasporto di membrana alla trasduzione di segnali e cosi via. Per questo motivo, i suoi livelli sono finemente regolati in tutti i vari organi ed apparati. Infatti, ampie fluttuazioni della pressione parziale di ossigeno (pO2) nei tessuti – per difetto, ipossia, o per eccesso, iperossia – modificando la biodisponibilità di questo prezioso gas, possono avere ripercussioni anche gravi sullo stato di salute delle cellule e, quindi, dell‟intero organismo.

Dott. Attilio Speciani – Recuperare la tolleranza alimentare, dalla fantasia alla scienza: guarire le intolleranze ti cambia la vita

La storia delle intolleranze alimentari scorre tra presente e futuro, gettando un ponte verso il domani, dando valore ad un rapporto sano tra ambiente, alimentazione e persone. La medicina appare oggi potente ma nonostante questo si scontra spesso con l’incapacità a guarire nelle sue cause profonde la maggior parte delle malattie infiammatorie croniche. Esistono però nuove ricerche che danno valore assoluto e indiscutibile al fatto che queste malattie possono essere affrontate cambiando i comportamenti, modificando le abitudini e imparando a nutrirsi rispettando il senso del piacere e della salute allo stesso tempo.

Dott.ssa Annamaria Barbato Ricci – Focus Letterario

“LE ITALIANE – 150 ANNI DI STORIA NELLE BIOGRAFIE DELLE PROTAGONISTE DI POLITICA, CULTURA, ECONOMIA E SPORT”. Siamo al conto alla rovescia verso il 2011, data del 150.mo anniversario dell’Unità nazionale. I cosiddetti “Padri della Patria” occuperanno tutto il palcoscenico, come se l’Italia e la sua Unificazione fosse avvenuta per partenogenesi. Un “silenzio assordante” graverà sull’altra metà dell’Unità, ovvero sulle (poche) donne che, in questo secolo e mezzo, hanno contribuito a scrivere la nostra storia nella cultura, nella politica, nella scienza, nell’economia e nello sport. Un’amnesia fugata dall’antologia di biografie al femminile “Le Italiane”, edita da Castelvecchi, ideata e coordinata da Annamaria Barbato Ricci. Con una piccola, grande “differenza” da tutte le pubblicazioni che fioriscono e fioriranno in questo fatidico anniversario per rievocare la storia patria – repetita iuvant, rigorosamente al maschile – già a frotte nelle edicole e librerie: l’editore, con ammirevole spirito di solidarietà, ha accettato di sostenere con gl’incassi del libro l’Associazione Telefono Rosa.

 

Ospite:  Giampaolo Landi di Chiavenna – Assessore alla Salute del Comune di Milano

 

 

È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE. Posti limitati

 

Per informazioni e prenotazioni

RDF communication: Tel 02 66115408 – Cell 3357970280 

info@saporedelsapere.itwww.saporedelsapere.itwww.erredieffe.com