Infiammazione e stress ossidativo: prodotti naturali,

un pozzo di virtù

 

Relatori: Dott. Luca Avoledo, Prof. Franco Berrino, Prof. Franco Canestrari, Dott. Francesco Marotta, Dott. Luciano Pecchiai, Dott. Stefano Montanari.

 

Data: venerdì 21 gennaio 2011

Orario: dalle ore 14.00 alle ore 18.30 – Registrazione Pubblico ore 13.30

Location: Sala Conferenze – Centro Servizi Banca Popolare di Milano Via Massaua 6, 20146 Milano

 

Questi e molti altri argomenti verranno affrontati dagli illustri relatori che parteciperanno al Convegno:

Dott. Luca Avoledo – I migliori cibi antiossidanti per contrastare a tavola malattie e invecchiamento

Arrivano sempre più conferme dalla ricerca scientifica che lo stress ossidativo rappresenta causa o concausa di numerosi disturbi, anche apparentemente molto diversi tra loro: dalle patologie cardiovascolari all’invecchiamento (cutaneo e, ciò che è più grave, di organi e apparati, cervello compreso), dalle malattie autoimmuni alla cataratta, dalla diminuzione delle difese immunitarie al sovrappeso.

Prof. Franco Berrino – Prodotti naturali, dosi innaturali

La disponibilità di integratori vitaminici e minerali, nonché di prodotti antiossidanti, è di fondamentale importanza per intervenire in caso di stress metabolici o di vere e proprie malattie da carenza, generalmente causate da un’alimentazione monotona, senza varietà, con cibi impoveriti dal trattamento industriale.
Alcuni integratori possono anche essere utili per chi preferisce, o è costretto, a mangiar male e a vivere male, purché le dosi siano quelle giuste, e anche il cocktail sia giusto. E le dosi giuste non possono che essere quelle naturali, cioè compatibili con quelle che potremmo assumere mangiando cibi naturali, perché la prevenzione non è come la tossicologia: se prendo un veleno, più ne prendo più mi avveleno, se prendo qualcosa che mi fa bene non è che più ne prendo più mi fa bene, anzi se ne prendo troppo può farmi male.

Prof. Franco Canestrari – Radicali liberi e antiossidanti: i due lati della medaglia

Dalla comparsa della vita sulla terra a tutt’oggi le cellule e gli organismi si sono sempre trovati esposti ai radicali liberi dell’ossigeno (ROS) e agli xenobiotici. Per evitare l’estinzione gli organismi hanno sviluppato meccanismi complessi per far fronte ai ROS e agli xenobiotici come i sistemi di difesa antiossidante. Trattandosi di sistemi che lavorano a livello cellulare in concentrazioni molto basse, gli antiossidanti seguono una logica ormetica e cioè ad uno stimolo radicalico la cellula risponde con segnali in grado di potenziare la difesa antiossidante e quindi sostanzialmente tutto ciò ricade nella teoria evolutiva.

Dott. Francesco Marotta –  Stress ossidativo della vita moderna: come modulare lo stress ossidativo

Esistono inoltre numerosi dati scientifici relativi al costante coinvolgimento dello stress ossidativo durante la sindromi respiratorie acute. Al di là quindi delle strategie di vaccinazione per quanto attiene alle grandi epidemie influenzali, nella letteratura scientifica sono presenti diverse segnalazioni che riportano l’efficacia di una serie di molecole naturali. Al ciclico e stagionale stress del nostro organismo in ragione dei fattori ambientali, la vita dei nostri giorni rende ragione di una incrementata esposizione allo stress psichico.

Dott. Luciano Pecchiai – Stress ossidativo. Come difendersi con i bioflavonoidi e l’acetilcolina dell’alveare

Lo stress ossidativo è una condizione patologica causata dalla rottura dell’equilibrio fisiologico, in un organismo vivente, per la produzione e l’eliminazione di situazioni chimiche ossidanti, da parte di sistemi di difesa antiossidanti.
A integrazione di questo concetto, va precisato, che tutte le forme di vita, mantengono un ambiente riducente. Eventuali disturbi di questo normale stato ridotto, possono avere effetti tossici per la produzione di perossidi e radicali liberi, che danneggiano tutti i componenti delle cellule, compreso il DNA.

Dott. Stefano Montanari – Focus Letterario 

Oltre ai gravi rischi per la salute insiti in alcune tecnologie, il pericolo è quello d’illudersi che esista la macchina magica che fa scomparire ogni rifiuto con la più che ovvia tentazione conseguente di sentirsi in diritto di produrre porcherie a proprio capriccio, una tentazione cui, come a tutte le tentazioni, non si vede l’ora di avere la giustificazione per cederle.
Il problema vero è di gran lunga più complesso di quanto non sia alla portata di un ingegnere. Il problema vero è psicologico e sociale. Se non capiremo che bisogna partire immediatamente a ridurre la quantità di rifiuti che ognuno di noi genera saremo già votati alla sconfitta.

 

È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE. Posti limitati

 

Per informazioni e prenotazioni

RDF communication: Tel 02 66115408 – Cell 3357970280 

info@saporedelsapere.itwww.saporedelsapere.itwww.erredieffe.com