Contraffazione alimentare – come preservare la salute a tavola

 

Relatori: Alfredo Zini,  Prof. Piero Maria Toppino, Dott. Massimo Artorige Giubilesi, Dott. Luciano Pecchiai,  Dott. Gino Celletti, Dott. Piero Frazzi

 

Data: venerdì 26 ottobre  2007

Orario: dalle ore 14.30 alle ore 18.30 – Registrazione Pubblico ore 14.00

Location: Palazzo Castiglioni – Unione CTSP,  Corso Venezia 49, Milano

 

Questi e molti altri argomenti verranno affrontati dagli illustri relatori che parteciperanno al Convegno:

Alfredo Zini – La ristorazione alla tutela del consumatore

Prof. Piero Maria Toppino – Contraffazioni e frodi in campo lattiero – caseario

La filiera lattiero-casearia si è prestata spesso a contraffazioni e frodi, fortunatamente sempre prevalentemente di tipo commerciale e solo malto raramente anche in ambito tossicologico, con pericoli per la salute umana. Si è trattato in questi casi dell’ utilizzazione di latti con antibiotici o additivi non permessi o di formaggi in cattivo stato di conservazione.
Oggi in Italia ed in Europa tutto il settore è soggetto a controlli molto severi che limitano sensibilmente gli spazi di azione dei contraffattori. Permangono tuttavia frodi che potremmo definire storiche e che compaiono ciclicamente,  che solo l’esperienza e l’attenzione dei  controllori riesce a limitare ed a circoscrivere.

Dott. Massimo Artorige Giubilesi – Le responsabilità dei produttori e il ruolo dell’autorità competente nel nuovo scenario legislativo alimentare

La sicurezza alimentare è un pre-requisito per immettere sui mercati europei e internazionali materie prime, semilavorati, prodotti finiti salubri e graditi ai consumatori.
A partire dal 2000, il tema della sicurezza alimentare, inasprito anche da nuove e complesse emergenze sanitarie, ha sollecitato gli ambienti istituzionali, tecnici e giuridici nella messa a punto del nuovo Pacchetto Igiene del 2004.
Gli operatori del settore, nei vari livelli della filiera e delle responsabilità in cui operano, vengono chiamati a possedere competenze sempre più approfondite unite alla consapevolezza di applicare metodologie e protocolli operativi concreti ed efficaci per tutelare la salute dei consumatori.
Il sistema delle regole del gioco, ovvero delle norme cogenti e di quelle volontarie, deve essere compreso e condiviso dalle Aziende, Associazioni di Categoria, Ordini Professionali e Autorità Competente per realizzare insieme momenti di confronto e percorsi formativi permanenti per lo sviluppo delle conoscenze nel mondo complesso della “sicurezza alimentare”..

Dott. Luciano Pecchiai – Il rischio per la salute della pappa reale artefatta o male utilizzata

A suo tempo i NAS sequestrarono nei vari punti vendita Pappa Reale, distribuita da importanti Ditte  italiane, importata dalla Cina. Il motivo del sequestro era la presenza di un antibiotico, il cloroanfenicolo, il cui impiego è permesso in Cina per combattere alcune patologie delle api, mentre è vietato in Europa e particolarmente in Italia, in quanto sospettato di azione cancerogena.
Questo intervento dei NAS fu salutare, perchè la Pappa Reale era caduta a un prezzo talmente basso, da non rendere più conveniente la produzione di Pappa Reale in Italia. In sostanza, agli apicoltori italiani conveniva essere rivenditori, piuttosto che produttori di Pappa Reale.
È ovvio, che quanto era capitato per la Pappa reale, riguardava tutti i prodotti dell’alveare, anche il miele e il polline, che viene utilizzato dalle api operaie  per produrre la Pappa Reale.

Dott. Gino Celletti – L’Olio Extra Vergine per legge non deve avere difetti; ma è sempre così? Tuteliamo la nostra salute assaggiandolo prima

I Regolamenti Europei n° 2568/91 e 510/06 dicono chiaramente che l’Olio delle Olive, etichettato come VERGINE EXTRA. Oltre a rispettare alcuni parametri chimici come l’ACIDITA’ che , espressa in grammi di acido oleico libero in 100 grammi di olio,
Non deve superare lo 0,8% o i PEROSSIDI che, esprimendo il grado di ossidazione o irrancidimento dell’olio, non devono superare i 20 mql, prevede che alcuni parametri organolettici appunto i cosiddetti difetti dell’Olio: RISCALDO, MUFFA ,MORCHIA, AVVINATO, METALLICO, RANCIDO, siano CATEGORICAMENTE ESCLUSI dall’ Olio Extra Vergine.

Dott. Piero Frazzi – Modalità di controllo sull’igienicità e salubrità dei prodotti di origine animale

Durante questo intervento, presentate le modalità di controllo attuate  dal Dipartimento di Prevenzione Veterinario sulla filiera agroalimentare, al fine di garantire la sicurezza degli alimenti di origine animale che giungono sulla tavola del consumatore.

 

È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE. Posti limitati

 

Per informazioni e prenotazioni

RDF communication: Tel 02 66115408 – Cell 3357970280 

info@saporedelsapere.itwww.saporedelsapere.itwww.erredieffe.com