“Medicina naturale a difesa dell’uomo”

 

 

Relatori: Pres. Francesco Novetti, Dott. Flavio Gazzola, Dott. Carlo Cenerelli, Dott. Sergio Maria Francardo, Dott.ssa Marina Grassani, Dott. Federico Ronchi, Dott.ssa Franca Geja

 

Data: venerdì 7 aprile 2006

Orario: dalle ore 14.30 alle ore 19.00 – Registrazione Pubblico ore 14.00

Location: Unione CTSP – Corso Venezia 49 – Sala Commercio

 

Questi e molti altri argomenti verranno affrontati dagli illustri relatori che parteciperanno al Convegno:

Pres. Francesco Novetti – Le piante officinali: uno strumento per l’equilibrio della salute dell’uomo

Per meglio comprendere la realtà attuale dell’Erboristeria può essere utile conoscere il suo percorso storico. L’utilizzo delle piante per la cura e la salute ha radici antichissime, esistono testi scritti indiani, cinesi, egiziani risalenti a migliaia d’anni prima di Cristo. Per molti secoli  la figura del medico/terapeuta ha coinciso con quella del preparatore dei farmaci.
Questa situazione si è prolungata fino al XIV–XV secolo quando incominciarono ad essere promulgate in Europa una serie di disposizioni che differenziavano i vari ruoli professionali. Lo scopo fu quello di separare un’attività che aveva un aspetto mercantile, preparare e vendere dei prodotti, da quella che aveva come scopo la diagnosi e la cura.

Dott. Flavio Gazzola – Guarire l’inguaribile

Il titolo della relazione coincide con quello del libro recentemente pubblicato, dedicato alle possibilità diagnostiche e terapeutiche offerte dalla medicina naturale olistica o medicina non convenzionale, auspicando un’integrazione con la medicina convenzionale, risolvendo un antico dualismo nell’interesse del paziente.
La differenza più sensibile fra la medicina convenzionale e quella olistica è l’approccio individuale al paziente, che contrasta con l’approccio impersonale e statistico della medicina ufficiale.

Dott. Carlo Cenerelli – L’omeopatia come medicina naturale a difesa dell’uomo

L’Omeopatia è un sistema terapeutico il cui fine è quello di  migliorare, secondo una metodologia che le è propria, il livello di salute di  un organismo attraverso la somministrazione di farmaci testati e potentizzati,  scelti individualmente in accordo con la legge di similitudine. L’Omeopatia consiste quindi in una strategia terapeutica intesa a ottimizzare le singole capacità di autodifesa (valida quindi come prevenzione) e di recupero in caso di malattia,  di ogni essere vivente sia esso Uomo, Animale o Pianta, con farmaci naturali opportunamente preparati e privi di effetti collaterali. Accanto a una dettagliata analisi della sintomatologia della malattia in atto, completata dall’esame clinico e dalle eventuali indagini di laboratorio, si procede allo studio della personalità psicofisica del soggetto e delle sue modalità reattive.

Dott. Sergio Maria Francardo – La medicina antroposofica: una via per umanizzare la medicina

La medicina antroposofica nasce nel 1920 accogliendo le richieste di alcuni medici a Rudolf Steiner (1861-1925), il fondatore dell’antroposofia, corrente di pensiero e di ricerca spirituale e scientifica.
La dottoressa Ita Wegman fondò la prima clinica di medicina antroposofica, accogliendo i primi pazienti e sperimentando le grandi possibilità che tale orientamento offre per stare vicino all’uomo sofferente. Al giorno d’oggi esistono numerose cliniche e grandi ospedali antroposofici soprattutto in Svizzera, Germania, Olanda, Svezia e Inghilterra.

Dott.ssa Marina Grassani – Il metodo Kousmine: i suoi fondamenti e i consigli pratici per applicarlo

Partendo da un’analisi delle odierne abitudini alimentari spiegherà il metodo Kousmine e le ragioni che inducono a considerarlo una proposta interessante.
Il metodo Kousmine, ideato da una dottoressa (Catherine Kousmine) ricercatrice vissuta in Svizzera all’inizio del secolo scorso, è particolarmente efficace nella cura di malattie degenerative quali sclerosi multipla, artrite reumatoide, lupus eritematoso ecc. E’ inoltre un ottimo strumento per il mantenimento del benessere vitale grazie al miglioramento della risposta immunitaria.

Dott. Federico Ronchi e Dott.ssa Franca Geja –  Odontoiatria biologica e biocompatibilità dei materiali: un sorriso senza metalli

Nell’ambito della cura della salute del cavo orale  l’ortodonzia è quella branca dell’odontoiatria che si occupa dell’armonia dell’occlusione e della bellezza del sorriso. Il compito dell’ortodonzista si diversifica a seconda che il paziente sia un bambino o un adulto: nel bambino valuta la presenza di malocclusioni e guida, con gli opportuni apparecchi, la crescita dell’apparato scheletrico verso un rapporto armonico tra il  mascellare e la mandibola per  favorire una buona occlusione e un corretto allineamento dei denti permanenti che eromperanno. Nell’adulto non è più modificabile l’aspetto scheletrico, ma è importante valutare, accanto alle problematiche di malocclusione e alle loro implicazioni funzionali e posturali, anche le esigenze estetiche della persona.

 

 

È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE. Posti limitati

 

Per informazioni e prenotazioni

RDF communication: Tel 02 66115408 – Cell 3357970280 

info@saporedelsapere.itwww.saporedelsapere.itwww.erredieffe.com